Tag: ragazzi

Tulipark: aperto a Roma il grande campo di tulipani

Torna a Romala quarta edizione di Tulipark, il grande parco e vivaio di Tulipani a Roma con una nuova modalità di fruizione nel pieno rispetto delle norme anti-Covid

TULIPARK 2021
Via dei Gordiani 73
0662206916 – info@tulipark.it
Pagina FacebookSito WebPagina Facebook

Ha riaperto da poco il famoso Parco dei Tulipani romano (ma presente anche a Bologna) Tulipark in una nuova quarta edizione, rivista nell’ottica delle normative anti covid per offrire al suo pubblico una visita in totale sicurezza.

Non sarà, ovviamente, come gli scorsi anni in cui si poteva assistere a diverse attrazioni e partecipare a laboratori per bambini, ma cercare e raccogliere i propri tulipani in un mare di fiori colorati sarà comunque un’esperienza bella e stimolante.

Si accede su prenotazione.

tulipark parco dei tulipani 2021 3

Resta la filosofia U-Pick alla base del Parco, ossia l’idea che i visitatori possano scegliere e cogliere i propri fiori: l’ottima idea è che quest’anno, per evitare che si formino pericolose file e assembramenti, i fiori si possono comperare prima online, scegliendo la grandezza del bouquet che si vuole acquistare (dai 3 tulipani a 8€ fino a 50 tulipani a 50€… ma potete prenderne anche di più a quanto ho capito).

Potrete scegliere fra 105 varietà diverse di Tulipani e una guida vi spiegherà come raccogliere i tulipani che deciderete di portare a casa.

Assortito il vostro bouquet, passerete al gazebo incarto: i bulbi saranno recisi poiché saranno donati in beneficenza, mentre il team incarterà il vostro bellissimo e supercolorato bouquet. I tulipani del parco non sono trattati con nessun pesticida o prodotto chimico, solo ed esclusivamente acqua piovana.

Potete preacquistare il vostro bouquet qui.

tulipark parco dei tulipani 2021 3

Il tutto, ovviamente, mantenendo la distanza di sicurezza di almeno un metro e indossando la mascherina. Ampia possibilità di parcheggio non custodito nei pressi. A disposizione del pubblico, due bagni chimici più uno per disabili. I cani al guinzaglio sono ospiti super graditi e sono invece sconsigliati i tacchi.

Una raccomandazione per i passeggini che si legge sulle domande frequenti del sito: trattandosi di un terreno agricolo, in caso di pioggia l’ingresso con i passeggini potrebbe essere difficoltoso.

tulipark parco dei tulipani 2021 3

NB. La raccolta di un singolo bouquet è consentita:

– Per il bouquet da 3 tulipani ad 1 sola persona*

– Per il bouquet da 7/20/50 tulipani ad un massimo di 2 persone*

*in entrambi i casi i bambini fino a 14 anni possono entrare con il bouquet dei genitori. S

I Goonies, cult anni 80, tornano al cinema dal 9 all’11 dicembre

I Goonies tornano al cinema nelle sale italiane: sarà possibile rivedere il film cult dei ragazzi anni ’80 il 9, 10 e 11 dicembre! (A Roma in ben 14 cinema!)

Diciamocela tutta, noi adolescenti anni ’80, siamo adulti viziati. Viziati da un cinema che è diventato #cult. Spielberg ha dato vita in quel periodo a alcuni dei suoi (e non solo) migliori film, oramai rimasti nella storia.

La storia del cinema… per i ragazzi degli anni ’80

Quello degli anni ’80 è stato il decennio in cui i cult movies hanno messo le ali alla nostra fantasia… roba che i #ggiovani di oggi se la sognano. Uno dei tanti film che ricordo di quegli anni e che viene celebrato in versione rimasterizzata in 4k, con una proiezione speciale domani lunedi 9, martedi 10 e mercoledi 11 dicembre anche neo cinema italiani, è il film diretto da Richard Donner: I GOONIES

I Goonies: il film culto di una generazione torna nelle sale

Se hai detto “chi sono ‘sti Goonies?” puoi chiudere il post e non proseguire perche non sei degno!

A parte gli scherzi, vi racconterò il film e perchè bisogna vederlo almeno una volta nella vita!

I Goonies sono un gruppo di ragazzi, molto uniti tra loro nella buona o cattiva sorte. Vivono in un normale quartiere… che a breve verrà smantellato per lasciare il posto a un campo da golf. Non tutto è perduto però… perché nella soffitta della casa di Mickey i ragazzi ritrovano una vecchia mappa del tesoro del pirata Willy l’orbo. Quale migliore occasione per aiutare i genitori e scongiurare lo smantellamento del loro amatissimo quartiere?

Quando i genitori non ce la fanno ci pensano i bambini.

Ovviamente, non tutto fila liscio: nella ricerca del tesoro vengono perseguitati dalla Banda Fratelli pronti anche ad ucciderli per rubare loro la mappa. Così tra trappole, baci rubati, inseguimenti nelle grotte sotterranei della città rafforzeranno la loro amicizia. Il tutto condito con una colonna sonora da urlo di una Cyndi Lauper “The Goonies ‘R’ Good Enough”.

Bellissima colonna sonora ma… chi la sta cantando?

Questo gruppo di ragazzini mi ha sempre fatto pensare a una versione young di Indiana Jones, tutti con una peculiarità studiata e ben definita.

Parlano spagnolo, sono geni della tecnologia, inoltre accettano e amano la diversità a differenza degli adulti che giudicano solo dall’aspetto fisico.

C’è Mickey asmatico-ansioso che con la sua caparbietà segue la mappa di willy l’orbo fino al tesoro, Mouth che si liscia sempre i capelli e prende in giro il prossimo, Brand il fratello palestrato di Mickey, Data l’ispettore gadget in miniatura, le ragazze una bella e integrata innamorata del fratello palestrato e la sua amica con la faccia da secchiona.

Questa banda di ragazzi libererà un galeone pirata affrontando mille avventure, perseguitati da una famiglia di cattivissimi, riusciranno e ce la faranno da soli coalizzati verso l’obiettivo.

Nella maggior parte dei film della mia generazione, la story line era più o meno sempre la stessa.

Ma i Goonies ti rimangono nel cuore e nella mente, perché Spielberg ci ha reso partecipi di una grande avventura facendoci entrare nel film attraverso lo stupore dei giovani protagonisti.

Lo sapevate che le scene venivano girate senza che sapessero a cosa andavano incontro? La nave, per esempio, era in scala 1:1 ed è stata nascosta a tutti fino alla scena del ritrovamento.

I ragazzi anni ’80… inguaribili nostalgici

Ma perchè gli anni ’80 hanno un fascino intramontabile? Forse perchè hanno contribuito al nostro crescere, tutto visto da un punto di vista semplice e, al tempo stesso, pieno di stupore: come i nostri protagonisti davanti al galeone.

Oggigiorno ci aspettiamo effetti speciali, prima di pensare alla trama, ci aspettiamo capolavori, a prescindere dalla storia che a volte passa in secondo piano. Insomma forse è grazie a quest’epoca se noi genitori di oggi riusciamo a sognare con gli occhi di quei ragazzi.

Non perdetelo al cinema e fateci sapere se anche a questa nuova generazione è piaciuto.

E ora una piccola chicca pescata su Youtube: alcune scene tagliate dei Goonies!

 

I Goonies, cult anni 80, tornano al cinema dal 9 all’11 dicembre

I Goonies tornano al cinema nelle sale italiane: sarà possibile rivedere il film cult dei ragazzi anni ’80 il 9, 10 e 11 dicembre! (A Roma in ben 14 cinema!)

Diciamocela tutta, noi adolescenti anni ’80, siamo adulti viziati. Viziati da un cinema che è diventato #cult. Spielberg ha dato vita in quel periodo a alcuni dei suoi (e non solo) migliori film, oramai rimasti nella storia.

La storia del cinema… per i ragazzi degli anni ’80

Quello degli anni ’80 è stato il decennio in cui i cult movies hanno messo le ali alla nostra fantasia… roba che i #ggiovani di oggi se la sognano. Uno dei tanti film che ricordo di quegli anni e che viene celebrato in versione rimasterizzata in 4k, con una proiezione speciale domani lunedi 9, martedi 10 e mercoledi 11 dicembre anche neo cinema italiani, è il film diretto da Richard Donner: I GOONIES

I Goonies: il film culto di una generazione torna nelle sale

Se hai detto “chi sono ‘sti Goonies?” puoi chiudere il post e non proseguire perche non sei degno!

A parte gli scherzi, vi racconterò il film e perchè bisogna vederlo almeno una volta nella vita!

I Goonies sono un gruppo di ragazzi, molto uniti tra loro nella buona o cattiva sorte. Vivono in un normale quartiere… che a breve verrà smantellato per lasciare il posto a un campo da golf. Non tutto è perduto però… perché nella soffitta della casa di Mickey i ragazzi ritrovano una vecchia mappa del tesoro del pirata Willy l’orbo. Quale migliore occasione per aiutare i genitori e scongiurare lo smantellamento del loro amatissimo quartiere?

Quando i genitori non ce la fanno ci pensano i bambini.

Ovviamente, non tutto fila liscio: nella ricerca del tesoro vengono perseguitati dalla Banda Fratelli pronti anche ad ucciderli per rubare loro la mappa. Così tra trappole, baci rubati, inseguimenti nelle grotte sotterranei della città rafforzeranno la loro amicizia. Il tutto condito con una colonna sonora da urlo di una Cyndi Lauper “The Goonies ‘R’ Good Enough”.

Bellissima colonna sonora ma… chi la sta cantando?

Questo gruppo di ragazzini mi ha sempre fatto pensare a una versione young di Indiana Jones, tutti con una peculiarità studiata e ben definita.

Parlano spagnolo, sono geni della tecnologia, inoltre accettano e amano la diversità a differenza degli adulti che giudicano solo dall’aspetto fisico.

C’è Mickey asmatico-ansioso che con la sua caparbietà segue la mappa di willy l’orbo fino al tesoro, Mouth che si liscia sempre i capelli e prende in giro il prossimo, Brand il fratello palestrato di Mickey, Data l’ispettore gadget in miniatura, le ragazze una bella e integrata innamorata del fratello palestrato e la sua amica con la faccia da secchiona.

Questa banda di ragazzi libererà un galeone pirata affrontando mille avventure, perseguitati da una famiglia di cattivissimi, riusciranno e ce la faranno da soli coalizzati verso l’obiettivo.

Nella maggior parte dei film della mia generazione, la story line era più o meno sempre la stessa.

Ma i Goonies ti rimangono nel cuore e nella mente, perché Spielberg ci ha reso partecipi di una grande avventura facendoci entrare nel film attraverso lo stupore dei giovani protagonisti.

Lo sapevate che le scene venivano girate senza che sapessero a cosa andavano incontro? La nave, per esempio, era in scala 1:1 ed è stata nascosta a tutti fino alla scena del ritrovamento.

I ragazzi anni ’80… inguaribili nostalgici

Ma perchè gli anni ’80 hanno un fascino intramontabile? Forse perchè hanno contribuito al nostro crescere, tutto visto da un punto di vista semplice e, al tempo stesso, pieno di stupore: come i nostri protagonisti davanti al galeone.

Oggigiorno ci aspettiamo effetti speciali, prima di pensare alla trama, ci aspettiamo capolavori, a prescindere dalla storia che a volte passa in secondo piano. Insomma forse è grazie a quest’epoca se noi genitori di oggi riusciamo a sognare con gli occhi di quei ragazzi.

Non perdetelo al cinema e fateci sapere se anche a questa nuova generazione è piaciuto.

E ora una piccola chicca pescata su Youtube: alcune scene tagliate dei Goonies!

 

Estate romana 2019 ex Forlanini: concerti e spazio bimbi pirata!

L’estate romana 2019 con i bambini è piena di sorprese: una delle più belle è lo spazio bimbi Villaggio dei Pirati de La Porta di Maka presso l’Ex Forlanini dove potrete mangiare, fare un aperitivo, ascoltare buona musica mentre i bimbi si divertono.

SPAZIO BIMBI LA PORTA DI MAKA
C/O EX FORLANINI
aperta dal giovedì alla domenica dalle 18:00
fino a metà settembre

PAGINA FB – exforlanini@gmail.com – 366 226 8577

ARRRRRRRR miei cari amici!

Alzi la mano chi da piccolo non abbia sognato di solcare il Mar dei Sargassi – corpo di mille balene! – su una nave pirata! Quanti di voi hanno posseduto un orecchino a cerchio finto e una benda? Quanti implorato di ricevere per Nalate il galeone pirata Playmobil? E quanti passato nottate a giocare a The Secret of Monkey Island impersonando il timido aspirante pirata dal nome semi-imponunciabile Guybrush Threepwood?

ARRRRRRRR, amici miei, io: mi chiamo Silvia Lombardo e sono una temibile pirata!

la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-10Tutto questo perché domenica sera, alla fine di un caldo compleanno estivo (il mio: 41 anni. Che botta, ragazzi!) abbiamo deciso di fare un aperitivo noi tre da soli per andare a provare il nuovo spazio bimbi all’aria aperta di cui tanto si parla in città: stiamo parlando del Villaggio Pirata de La Porta di Maka, che già conosciamo e amiamo per le loro fantastiche feste, per tanti spazi e corsi allestiti in città e soprattutto per lo spazio bimbi anche sotto i tre anni che tante volte ci ha consentito di fare splendide cene da Soflà.

la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-9

Questa Isola per piccoli pirati si trova all’interno dei giardini dell’Ex Forlanini dove fino a metà settembre anche le mamme e i papà potranno godersi spettacoli, eventi, concerti, biliardini, panini super gourmet da consumare con un drink nel giardino addolcito da mille lucine.

L’allestimento del villaggio dei pirati è stato realizzato anche grazie ai materiali di riuso del Maka Mountain gentilmente offerti da Pietro Mezzaroma e figli.

la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-7
Mamma???? Papà??? Dove siete???

la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-7

Gli ingredienti per una perfetta sera d’estate, quindi, ci sono tutti:
Spazio Bimbi per tutte le età: fino ai 3 anni, accompagnati da mamma e papà che si stravaccheranno volentieri sui tanti cuscini
Bar e cucina
– Tavolini all’aperto
Musica dal vivo, sulla pagina fb dell’Ex Forlanini potete seguire il calendario eventi
Ginnastica e altri appuntamenti per i grandi
Dj set

la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-3 la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-3 la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-3

Inutile dire che Diana non se ne voleva più andare via: coinvolta in una caccia al tesoro da una bravissima animatrice, si è imbarcata alla ricerca di tutti gli oggetti inforcando un grande binocolo. Sì, perché nell’area bambini c’è un’infinità di giocattoli di tutti i tipi, di percorsi, di scenari, di travestimenti e perfino una casetta di legno con lo scivolo.

la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-9

la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-9 la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-9

Papà ed io ci siamo goduti le prove di una ottima cover band di Battisti, sorseggiando freschi soft drink e progettando le nostre prossime serate musicali al fresco.

Tra l’altro, cari i miei nostalgici, ci sono appuntamenti studiati proprio per noi come il live di Nord Sud Ovest Est venerdì 12 luglio, i Fugees domenica 21, le cover di Rino Gaetano il 14 luglio.

Sì, però fino a quando Diana non fa tre anni voglio entra’ pure io nell’area bimbi, quindi fino al 16 agosto mi trovate lì!

la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-7 la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-9 la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-9 la-porta-di-maka-spazio-bimbi-roma-estate-romana-ex-forlanini-9

L’ora di libertà, libreria per bambini nel cuore di Centocelle

A pochi passi dalla centralissima Piazza dei Mirti di Centocelle, quartiere in continuo cambiamento e dal volto sempre nuovo c’è “L’ora di libertà” una libreria che vuole offrire diversità e intrattenimento.

L’ORA DI LIBERTÀ
Piazza delle Giunchiglie, 6 – 0693575477
SITO WEBPAGINA FB

“Ma io questa piazzetta mica l’avevo mai vista?”

Questa è la domanda che il vostro Papà in incognito di Roma03 si è fatto arrivando nella piazzetta antistante alla libreria L’ora di libertà, piazza delle Giunchiglie per la precisione.

Non sono ormai un novizio di Centocelle, ma alcune angoli sono per me ancora una scoperta, come questo, alberato, in cui ci sono giochi per bambini, un bar e l’antica scuola Fausto Cecconi a fargli da sfondo, segno che questo è un quartiere che riserva sempre sorprese, come sto scoprendo andando in giro per Roma03.

Ovviamente non è facile tirare via il mio piccolo Vampirino (chiameremo così la mia progenie prendendo spunto dal suo cartone preferito non per altri motivi, intendiamoci) dai giochi della piazzetta, ma dopo il cinquantesimo scivolo e “ancoa” riesco ad entrare.

Mi accoglie Francesca che già aveva incontrato Roma03 in passato, quando aveva la sua libreria in zona Marconi ed era stata presentata dalla mamma Silvia Lombardo.

Vampirino si tuffa subito sui libri più succulenti e a portata di duenne e io posso scambiare due chiacchiere con Francesca.

lora di liberta libreria bambini roma centocelle
Un mare di libri!

Come mai ti sei trasferita a Centocelle con tutti i tuoi libri?

“Sono ormai tre anni e mezzo che sono qui, all’inizio è stata più una scelta dettata da fattori economici, ma poi mi sono trovata veramente “accolta” da questo quartiere che, con tutte le sue problematiche (che comunque riguardano sempre una piccola percentuale di persone che però si rendono più “evidenti”), è un quartiere davvero accogliente e vivo, ci tengo a ribadirlo.”

lora di liberta libreria bambini roma centocelle 2

Oltre ai libri cos’abbiamo?

“Beh, giochi di società per più piccoli, giocatolli, corsi e molto altro ancora!”

Qualcosa in particolare ti senti di menzionare?

“Sicuramente IL SEGRETISSIMO CLUB DEL LIBRO che sta avendo un grande successo, quasi inaspettato direi.”

lora di liberta libreria bambini roma centocelle 3

Dalla mia faccia perplessa si capisce che non so minimamente di cosa stia parlando, quindi Francesca mi spiega:

“Facciamo leggere un libro in un mese ai ragazzi che poi vengono qui e utilizzando il modello delle escape rooms devono cercare di risolvere enigmi e quesiti inerenti alla storia.”

lora di liberta libreria bambini roma centocelle 3

Davvero una bella idea! Qual è la fascia di pubblico?

“Per questo tipo di attività è vario, ma noi diamo una particolare attenzione alla fascia di età 08-11 che spesso è un po’ dimenticata.”

Cosa troviamo da te che non troviamo facilmente in giro?

“Noi puntiamo sulle case editrici indipendenti, quelle che hanno storie particolari, piccoli editori indipendenti come Timpetill o Splēn, che fanno lavori davvero eccellenti e di alta qualità.”

lora di liberta libreria bambini roma centocelle 3

Quindi non puntate ai titoli di “massa”?

“Decisamente no, preferiamo curare in modo diverso la selezione dei titoli.”

Nel frattempo Vampirino ha messo l’occhio sulla saletta sottostante, quella dove Francesca svolge le sue attività e se ne va in giro con una spada di legno che usa però come un aspirapolvere.

lora di liberta libreria bambini roma centocelle

Lascio Francesca ai suoi clienti e cerco di tenere a bada Vampirino che è gasatissimo, passa da un gioco all’altro, è impazzito alla vista di tutte quelle cose e alla fine tornerà a casa con un set di frutta in legno che si affetta con un coltello -sempre di legno- con cui preparerà ottime macedonie per le prossime settimane.

lora di liberta libreria bambini roma centocelle 1

Faccio alcune foto prima di andare via, mentre Francesca mi ricorda anche che le loro attività sono sempre varie e, giusto per farvi capire ve ne cito alcune come:

  •  LABORATORIO DI TESSITURA
  •  NEL MIO QUARTIERE NON SUCCEDE MAI NIENTE
  •  IL SEGRETISSIMO CLUB DEL LIBRO
  •  SPAZIORACCONTO
  •  IL LABORATORIO DEI PICCOLI: LA CUCINA CREATIVA
  •  IL PRANZO DELLA DOMENICA: IL BRUNCH

Nota importante: troverete Francesca, L’ora di Libertà e i suoi libri li potrete trovare anche durante l’estate alle letture di Castel Sant’Angelo assieme a Giovanni dell’Isola non Trovata.

loradiliberta libreria per bambini logo

Sito web realizzato da